ASPETTI UN BAMBINO?

Hai difficoltà che ti impediscono di tenerlo?

Non è il momento per diventare mamma?

Il tuo partner rifiuta il bambino?

Hai difficoltà economiche?

Sei sola in un paese straniero?

Temi che abbia malformazioni?

Non sai come dirlo ai tuoi genitori?

Ti vergogni di fronte ai tuoi amici?

Temi di perdere la tua libertà?

Qualcuno ti costringe ad abortire?

 

TELEFONA, NON TEMERE!

VIENI A PARLARE CON NOI, TROVERAI PERSONE DISPOSTE

AD ASCOLTARTI E AD AIUTARTI, NELL’ASSOLUTA RISERVATEZZA.

 

SE CONOSCI UNA DONNA IN DIFFICOLTA’ DI FRONTE A UNA GRAVIDANZA,

PUOI COMUNICARLE I CONTATTI DEL CAV

NON SAI COSA FARE?

Possiamo parlarne insieme nella chat che trovi su www.sosvita.it

 

 

PARTO IN ANONIMATO

Se ti trovi in una situazione di difficoltà che ti impedisce di tenere il bambino, non è detto che l’aborto sia l’unica soluzione. La legge italiana (l. 127/ 1997) ti consente di partorire in ospedale senza dichiarare il tuo nome e poi dare il bambino in adozione a una famiglia che si prenderà cura di lui. In ogni caso puoi cambiare idea e riconoscere il bambino entro 10 giorni dal parto.

L’immediata segnalazione alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni della situazione permette l’apertura di un procedimento di adottabilità e la veloce individuazione di un’idonea coppia adottante. Il neonato vede così garantito il diritto a crescere ed essere educato in famiglia e assume lo status di figlio legittimo dei genitori che lo hanno adottato. Ogni anno sono circa 400 i neonati che non vengono riconosciuti alla nascita. Forse non ci hai mai pensato, ma il parto in anonimato è una importantissima misura, non abbastanza conosciuta, di prevenzione dell’aborto. 

Altre informazioni: http://www.salute.gov.it/portale/temi/p2_6.jsp?lingua=italiano&id=1011&area=Salute%20donna&menu=nascita

 

 

CULLA PER LA VITA

Non abbandonare il tuo bambino. Esistono strutture concepite appositamente per permettere di lasciare, totalmente protetti, i neonati da parte delle mamme in difficoltà nel pieno rispetto della sicurezza del bambino e della privacy di chi lo deposita. È in luogo facilmente raggiungibile, garantisce l’anonimato della mamma che vuole lasciare il bambino ed è dotata di una serie di dispositivi (riscaldamento, chiusura in sicurezza della botola, presidio di controllo h 24 e rete con il servizio di soccorso medico) che permettono un facile utilizzo e un pronto intervento per la salvaguardia del bambino.

La culla per la vita è un’estrema possibilità di accoglienza e di vita per evitare l’aborto o gesti estremi di rifiuto del bimbo che nasce.

La culla più vicina a noi è a Finale Emilia, in Piazza Don Orione 1, presso il Nuovo Oratorio Don Bosco
(vedi http://www.culleperlavita.it/dove_sono.php?#Emilia_Romagna_map_cont )